Giuseppe Sabbatini : La Biografia

La carriera da cantante

 Dopo una iniziale attività come contrabbassista, che, tra l’altro, lo ha visto ricoprire il ruolo di 1o Contrabbasso nell’Orchestra dell’Arena di Verona a soli 24 anni, Giuseppe Sabbatini si è dedicato allo studio del canto vincendo numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali l’ «Adriano Belli» del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto ( settembre 1987), dove ha debuttato nel ruolo di Edgardo in Lucia di Lammermoor, L’As.li.co di Milano e il Battistini di Rieti.

La sua carriera, che ha sfiorato le 1000 apparizioni in pubblico in 20 anni, lo ha visto esibirsi nei principali teatri e sale da concerto italiani quali la Scala di Milano (in Bohéme, primo dei 14 ruoli cantati nel teatro milanese, ad appena 8 mesi dal suo debutto assoluto a Spoleto), l’Accademia Nazionale di S.Cecilia e l’Opera di Roma, il Regio di Torino e Parma, il S.Carlo di Napoli e la Fenice di Venezia, il Comunale di Bologna e di Firenze, il Bellini di Catania, il Carlo Felice di Genova, il Ravenna Festival, lo Sferisterio di Macerata, l’Arena di Verona.

Le interpretazioni all'estero

All’estero ha cantato al Covent Garden, alla Royal Festival Hall e al Barbican Center di Londra, alla Staatsoper di Vienna e al Salzburger Festspiele, all’Opéra-Bastille di Parigi, al Metropolitan Opera e alla Carnegie Hall di New York, al Lyric Opera di Chicago, al San Francisco Opera, al Liceu di Barcellona, al Teatro Real di Madrid, alla Suntory Hall, al Bunka-Kaikan, all’NGK e al New National Theatre di Tokyo; all’Opéra di Montecarlo, al Théâtre du Capitole de Toulouse, al Teatro São Carlos di Lisbona, all’A.B.A.O.– O.L.B.E. di Bilbao, al Bolshoi di Mosca, alla Deutsche Oper di Berlino, alla Semperoper di Dresda, al Concertgebouw di Amsterdam.

Ha interpretato i ruoli principali di opere quali Idomeneo, Mitridate e Don Giovanni di Mozart, L’Europa riconosciuta di Salieri (con la quale, il 7 dicembre del 2004, si è riaperto il Teatro La Scala di Milano sotto la direzione del M.o Riccardo Muti), Linda di Chamounix, La favorita, L’elisir d’amore, Anna Bolena, Maria Stuarda, Roberto Devereux e Lucrezia Borgia di Donizetti, I puritani di Bellini, Rigoletto, La Traviata, Simon Boccanegra, Ballo in maschera, Luisa Miller e Falstaff di Verdi, La Bohème di Puccini, Evgenij Onegin di Cajkovskij, Fra’ Diavolo di Auber.

Grande il suo interesse per la musica francese che lo ha portato ad eseguire opere quali Guillaume Tell di Rossini, La fille du régiment e Dom Sébastien di Donizetti, Jerusalem di Verdi, Werther, Manon e Thaïs di Massenet, La damnation de Faust e Benvenuto Cellini di Berlioz, Les Contes d’Hoffmann e Orphée aux enfers di Offenbach, Les pêcheurs de perles di Bizet, Faust e Roméo et Juliette di Gounod.

La musica sacra e la concertistica

Sul versante della musica sacra, oratori e musica da concerto: la “Messa in SI minore” di Bach, “Messa in DO min” di Mozart, “IX Sinfonia” di Beethoven, “Messa in LA Bem Magg” di Schubert, la “Messe solennelle” di Berlioz, “Stabat Mater” e “Messa Solenne” di Rossini, i “Requiem” di Donizetti, Berlioz, Verdi e Dvorak, la “Messa N.3” di Bruckner.

Le Suites N.1 e 2 di “West Side Story” di Bernstein e il “Prigioniero” di Dallapiccola.

E' apparso più di 130 volte in recital con piano, orchestra e coro, da solo e con vari colleghi.

Le collaborazioni

Ha collaborato con direttori quali Bruno Bartoletti, Richard Bonynge, Bruno Campanella, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Colin Davis, Rafael Frubek De Burgos, Vladimir Delman, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Vladimir Jurovsky, James Levine, Fabio Luisi, Nicola Luisotti, Gianfranco Masini, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Kent Nagano, Seiji Ozawa, Antonio Pappano, Michel Plasson, Jules Rudel e con le più prestigiose orchestre del mondo, dai Wiener Philharmoniker alla Chicago Symphony, dalla Boston Symphony ai Berliner Philharmoniker, dalla London Symphony alla New York Philharmonic, dalla Tokyo Symphony alla Staatskapelle di Dresda, dalla Israel Philharmonic al Maggio Musicale Fiorentino.

E’ stato diretto da registi quali: Robert Carsen, Liliana Cavani, Hugo de Ana, Roberto De Simone, Nuria Espert, Alberto Fassini, Nicolas Joel, Dennis Krief, Robert Lepage, Jonathan Miller, Pier’Alli, Pierluigi Pizzi, Luca Ronconi, Pierluigi Samaritani, Jerome Savary, Andrei Serban, Graham Vick, Francesca Zambello e molti altri.

Le incisioni discografiche

Tra le sue numerose incisioni discografiche segnaliamo: “La maga Circe” di Anfossi (Bongiovanni), “Le maschere” di Mascagni (Ricordi/Fonit Cetra), “Simon Boccanegra” di Verdi (Capriccio), “La Bohème” di Puccini (Ricordi/Emi), “Don Giovanni” di Mozart (Chandos), lo “Stabat Mater” e la “Messa Solenne” (Decca) e il “Guillaume Tell” (Orfeo) di Rossini, antologie con arie dal repertorio belcantistico e sacro e una raccolta di arie mozartiane (Capriccio), un recital dedicato ai 5 grandi compositori italiani, Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi e Puccini (Zyx), “Civil Wars” di Philip Glass (Nonesuch) ed un “Omaggio a Verdi” (TDK). La “Grande Messe des Morts” (Oehms) e la Damnation de Faust (LSO Live) di Berlioz. Per la Decca ha registrato Mitridate, re di Ponto e Thaïs. Per Dynamic la Luisa Miller e Lucia di Lammermoor.

I riconoscimenti

Giuseppe Sabbatini ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui il «Björling» (1987), il «Caruso» e il «Lauri Volpi» (1990), il Premio della Critica italiana «Franco Abbiati» per la miglior interpretazione del ruolo di Lensky nell’Oniegin, produzione del Comunale di Bologna (1991) e lo «Schipa d’Oro» (1996), «L’Opera Award» come miglior tenore della stagione 1998-99 nell’opera “Werther” (1999) e il «Pertile» (2003), «The Critics Award» in Giappone (2005) e il «Pentagramma d’oro» (2008), il «Francesco Tamagno» (2010) e, in ultimo, «l’ISO d’oro» in Austria (2011).

Nel 2003 gli è stato conferito dalla Repubblica d’Austria il titolo di Kammersaenger (Cantante da Camera) della Staatsoper di Vienna.

Ha concluso la sua straordinaria carriera nel luglio del 2010 in un cammeo musicale, “La scuola di guida” di Nino Rota, a fianco della leggendaria Raina Kabaivanska per la 67° Settimana Senese, presso il Teatro dei Rinnovati a Siena.

La carriera da direttore d'orchestra

Alla carriera di tenore, negli ultimi anni, si è affiancata quella di direttore d’orchestra.

Lo studio del Contrappunto e della Composizione con il M.o Luciano Pelosi lo ha portato ad una attività ricca di successi che lo ha già visto protagonista di concerti con l’Orchestra da Camera delle Marche, , la Roma Sinfonietta, I Virtuosi Italiani, l’Orchestra del Festival Puccini di Torre del Lago, l’Orchestra regionale dell’Emilia Romagna “Toscanini” di Parma, la Filarmonica di Poznan, di Zagabria, di Graz, de Gran Canaria a Las Palmas e di Sibiu e quella del Piemonte, l’Orchestra di Stato dell’Ermitage, l’Orchestra Kostantinovsky, la Taurida International Symphony Orchestra di S.Pietroburgo, ll’Orchestra dell’Accademia Sinfonica di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Bolshoi di Mosca, la Russian National Orchestra di Mosca, l’Orchestra del Teatro Sao Pedro a Sao Paulo in Brasile, la Kyoto Philharmonic Chamber Orchestra, la Tokyo Symphony Orchestra, la Tokyo Ciy Philharmonic, la Yokohama Sinfonietta, l’Orchestra del Teatro di Opera e Balletto di Sofia e quella di Cluj-Napoca. 

Ha collaborato con importanti nomi della lirica mondiale come: Berganza, Brownlee, Casolla, Cedolins, De Candia, Devia, D’Intino, Dvorsky, Expert, Guleghina, Martinucci, Marton, Meli, Nucci, Obratzova, Praticò, Ricciarelli, Scandiuzzi, Servile, Theodossiou e altri.

Nell'ottobre del 2013 ha diretto il Macbeth di Verdi al Teatro Coccia di Novara debutto nella regia lirica di Dario Argento il grande regista dell' horror, dal quale è stato realizzato un dvd dalla Dynamic.

La didattica

Il M.o Sabbatini svolge anche una intensa attività didattica attraverso masterclass di Canto nelle più importanti Scuole e Accademie italiane e internazionali (Accademia della Scala, Aslico di Milano, Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna, Accademia Chigiana di Siena, Accademia “Elena Obraztsova” di S.Pietroburgo, Borusan di Istanbul, Fondazione " Musa" di Sofia), Conservatori (S.Cecilia in Roma, G.Verdi a Milano, A.Casella de L’Aquila, O.Respighi di Latina, China Conservatory of  Music di Pechino), Università (Suny Fredonia University of New York, Geidai a Nerima in Tokyo, Aichi in Nagoya, Kunitachi in Tachikawa, Okazaki) ed altri.

Dal novembre 2011 è Direttore Didattico e Insegnante Principale di Tecnica ed Interpretazione presso l’Accademia della Suntory Hall a Tokyo.
Direttore Artistico della Fondazione onlus "Musa" di Sofia.
Titolare della Classe di Canto presso l’AIMART di Roma.

È stato invitato come presidente e membro di giuria tra i più importanti concorsi di Canto del mondo. Per citarne solo alcuni:

  • presidente “Vox Artis” – Sibiu – settembre 2014-2015
  • presidente “Ottavio Ziino” - Roma - novembre 2011
  • presidente: “Maria Callas” - Sao Paulo del Brasile - aprile 2011
  • presidente “Umberto Giordano” – Foggia – dicembre 2010
  • giurato: “Giacinto Prandelli” – Brescia – febbraio 2013- 2014
  • giurato: “Fedora Barbieri” – S.Pietroburgo – luglio 2012
  • giurato: “Ferruccio Tagliavini” – Graz – aprile 2012
  • giurato: “Elena Obraztsova” – S.Pietroburgo – settembre 2011
  • giurato “Spiros Argiris” – Sarzana – giugno 2009-2010-2011

Riferimenti

Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Photo Gallery